Cosa fare in caso di smarrimento di un cane

1. Le prime mosse
Quando si smarisce il cane è facile lasciarsi andare a pianti e alla disperazione più totale.
Tutto normale, ma tenete presente che il pianto e la disperazione annebbiano la vista (ed è possibile che il cane si sia solo allontanato dalla vostra vista) e la mente, e di conseguenza non si riesce a pensare a cosa fare per ritrovare al più presto il vostro cane.
Per questo il primo consiglio è quello di sfogare in pochi minuti tutta la rabbia e la disperazione, magari urlando o correndo sfrenatamente, e di recuperare la lucidità necessaria per mettere in atto le prime fondamentali mosse.

  • Fare mente locale per cercare di stabilire data, ora, luogo e modalità dello smarrimento.
  • Iniziare subito le ricerche nella zona dove supponete si possa trovare l’animale. Una tecnica molto efficace è quella della ricerca di gruppo che permette di perlustrare in breve tempo una vasta aerea.
  • Chiedere informazioni sul vostro animale ai passanti o alle persone che incrociate.
  • Chiamare il vostro cane per nome o nel modo consueto in modo che possa riconoscere il padrone e tornare anche se è spaesato.
  • Tornare a casa. Il vostro cane potrebbe aspettarvi dietro la porta impaurito, oppure può essere recuperato da chi lo conosce e lo riporta a casa.

2. Le mosse successive
Se le prime mosse non hanno prodotto i risultati sperati, e ancora il vostro cane non torna a casa, passate alla fase successiva e cominciate a cercare più seriamente il vostro cane, seguendo i consigli che seguono.

  • Denunciare lo smarrimento del cane alle autorità competenti, con atto scritto.
  • Comunicare all’ Ufficio Tutela Animali del Comune lo smarrimento dello stesso, infatti c’è un’alta probabilità che chi trova l’animale lo notifichi all’Ufficio per avere disposizioni.
  • Se il cane è tatuato, va denunciato lo smarrimento anche alla ASL competente, comunicando il numero di tatuaggio; se il cane ha il microchip è sufficiente la denuncia già fatta, dato che esiste il regisro dell’anagrafe canina che permette di individuare il proprietario dalla lettura del microchip.
  • Compilare dei volantini ed esporli nel luogo della scomparsa.
  • Chiedere la pubblicazione di un annuncio sul giornale locale.
  • Chiedere la pubblicazione di un annuncio sulla bacheca di siti Web che, come dogsitter.it, si occupano di smarrimenti e ritrovamenti
  • Avvertire della scomparsa del cane le pensioni canine, ambulatori veterinari e canili privati.

3. Cosa fare durante l’attesa
Dopo aver seguito tutti i passaggi fondamentali di cui sopra dovete continuare la ricerca del vostro cane quotidianamente.

  • Organizzare la ricerca del cane nella zona in cui si è perso e presso gli ambulatori veterinari di zona: il vostro cane potrebbe essere stato visitato
  • Controllare ogni giorno la bacheca dei siti che raccolgono e inseriscono gli annunci di smarrimenti, ritrovamenti e adozioni.
  • Cercare il cane al canile municipale della vostra città, o se vivete in provincia e la vostra zona non è attrezzata con un canile, rivolgetevi al canile municipale del capoluogo di provincia più vicino; la legge obbliga i comuni italiani ad avere un canile, anche con convenzioni con un canile a qualche centinaio di chilometri.
  • Cercare il cane anche nei canili privati più vicini, anche fuori zona, perché i cani sono capaci di percorrere diversi chilometri in pochi giorni.
    La ricerca nei canili è fondamentale e deve essere fatta ogni settimana di persona, perché telefonare, mandare un volantino via fax o via e-mail si è rivelato troppo spesso inefficace!
  • Inoltre se sei di Roma, e hai smarrito il tuo cane può essere molto utile per ritrovarlo richiedere la pubblicazione di un annuncio gratuito su TELEVIDEO di RAI 3 alla pagina 636 chiamando il numero 06-67103141 oppure inviando un fax al numero 06-6797826 dalle 8.30 alle 12.00

4. E una volta che vi siete ritrovati?

hug-dog

  • Andate subito dal veterinario per un controllo.
  • Registrate il vostro cane animale presso ASL/Anagrafe Canina se non registrato.
  • Rinfrescate i tatuaggi, fate applicare un microchip e mettete al vostro cane un collare con targhetta che riporta nome e numero di telefono.
  • Ricordatevi di comunicare il ritrovamento a tutti gli enti e le persone coinvolte, nonché siti Web e giornali locali cui avete chiesto la pubblicazione dell’annuncio di smarrimento.
  • Rimuovete tutti i volantini e informarsi sugli eventuali danni da risarcire arrecati dal vostro cane smarrito.

…e non dimenticate di ringraziare tutti coloro che vi sono stati vicini e vi hanno aiutato nelle ricerche.

 

Fonte: dogsitter.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *